Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi

2.a Avvento – II
Liturgia: Sir 48,1-4.9-11; Sal 79; Mt 17,10-13

ANTIFONA D’INGRESSO
Vieni, e fa’ risplendere il tuo volto su di noi, o Signore, che siedi nei cieli, e saremo salvi.

COLLETTA
Sorga in noi, Dio onnipotente, lo splendore della tua gloria, Cristo tuo unico Figlio; la sua venuta vinca le tenebre del male e ci riveli al mondo come figli della luce. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

PRIMA LETTURA (Sir 48,1-4.9-11)
Elia ritornerà.
Dal libro del Siracide
In quei giorni, sorse Elìa profeta, come un fuoco; la sua parola bruciava come fiaccola. Egli fece venire su di loro la carestia e con zelo li ridusse a pochi. Per la parola del Signore chiuse il cielo e così fece scendere per tre volte il fuoco.
Come ti rendesti glorioso, Elìa, con i tuoi prodigi! E chi può vantarsi di esserti uguale? Tu sei stato assunto in un turbine di fuoco, su un carro di cavalli di fuoco; tu sei stato designato a rimproverare i tempi futuri, per placare l’ira prima che divampi, per ricondurre il cuore del padre verso il figlio e ristabilire le tribù di Giacobbe.
Beati coloro che ti hanno visto e si sono addormentati nell’amore.
Parola di Dio.

SALMO RESPONSORIALE (Dal Salmo 79)
Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.
Tu, pastore d’Israele, ascolta.
Seduto sui cherubini, risplendi.
Risveglia la tua potenza
e vieni a salvarci.
Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.
Dio degli eserciti, ritorna!
Guarda dal cielo e vedi
e visita questa vigna,
proteggi quello che la tua destra ha piantato,
il figlio dell’uomo che per te hai reso forte.
Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.
Sia la tua mano sull’uomo della tua destra,
sul figlio dell’uomo che per te hai reso forte.
Da te mai più ci allontaneremo,
facci rivivere e noi invocheremo il tuo nome.
Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.

CANTO AL VANGELO (Lc 3,4.6)
Alleluia, alleluia.
Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.
Alleluia.

VANGELO (Mt 17,10-13)
Elia è già venuto, e non l’hanno riconosciuto.
+ Dal Vangelo secondo Matteo
Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?».
Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro».
Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.
Parola del Signore.

PREGHIERA SULLE OFFERTE
Accogli, Signore, i doni che ti offriamo, perché dall’altare del sacrificio salga a te la lode perfetta e venga a noi la pienezza della tua misericordia. Per Cristo nostro Signore.

ANTIFONA ALLA COMUNIONE
“Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto. Così anche il Figlio dell’uomo”.

PREGHIERA DOPO LA COMUNIONE
Custodisci in noi il tuo dono, Signore, e il pane eucaristico che abbiamo ricevuto diventi per noi sorgente di salvezza e di pace. Per Cristo nostro Signore.

 

MEDITAZIONE

Parola – Prima lettura Sir 48, 1-4.9-11
In quei giorni, sorse Elìa profeta… tu sei stato designato a rimproverare i tempi futuri, per placare l’ira prima che divampi, per ricondurre il cuore del padre verso il figlio e ristabilire le tribù di Giacobbe. Beati coloro che ti hanno visto e si sono addormentati nell’amore.

Riflessione
«Per ricondurre il cuore del padre verso il figlio». Come si può attuare? Anzitutto bisogna capire che cosa significa riportare il cuore dei padri ai figli, che cosa chiedono i figli ai padri. I figli chiedono di capire il senso della vita. I genitori devono fare sperimentare ai figli come si vive la vita nel Signore, che ha creato tutto per l’esistenza ed è amante della vita. Siate testimoni del Santo, di Dio! I vostri figli non hanno bisogno delle vostre esortazioni, hanno bisogno del vostro dialogo tra di voi, ma il dialogo tra di voi è impossibile se voi non avete dialogo con Dio! Nella tua luce, Signore, vedremo la luce! I vostri figli hanno bisogno di genitori che spieghino la vita con Gesù, col Vangelo, hanno bisogno di crescere respirando! Voi non potete insegnare loro a fare le buone azioni, dovete insegnare a condividere, è una cosa diversa! Non potete tirar su i vostri figli nella ricchezza e nell’abbondanza, li dovete tirar su nell’essenzialità, ma perché questo avvenga bisogna che Dio diventi il Signore della nostra vita. Quanto più crescerà il Signore come sommo bene, tanto più i vostri figli cresceranno nell’essenzialità, nella sobrietà, semplicità, umiltà, e solo lì loro staranno bene!

Parola – Vangelo Mt 17, 10-13
… «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto… »…

Riflessione
I discepoli pensavano che il profeta Elia sarebbe dovuto ritornare per preparare la strada al Messia (l’unto del Signore, il capo del popolo di Dio). I discepoli pensavano: «Se Gesù è il Messia, dove è andato a finire questo segno messianico?». Erano un po’ in imbarazzo. Gesù risponde che Elia è già venuto, e già ritornato ed era Giovanni il Battista. Quante volte Dio manda a te i suoi profeti perché ti prepari a spalancare le porte a Gesù! Li hai mai ascoltati? Quando vedi persone che pregano, non senti forse che dovresti aprire il tuo cuore alla preghiera? Quante volte vedi persone avanzate negli anni che accolgono e condividono direttamente la vita dei poveri, e tu, che sei in età più giovane e sei chiuso all’accoglienza, ti senti rimproverato? Quante volte vedi persone semplici e profonde innamorate di Cristo e ti senti chiamato alla conversione? Il Signore ti manda i suoi precursori, i suoi piccoli; se li ascolti sei salvo. Se li rifiuti, invece, inizia in te un periodo di malessere, senza motivo apparente. È l’ora della verità!