BENEDIZIONE E INAUGURAZIONE

DELLA NUOVA RISONANZA MAGNETICA

NELLA NOSTRA CASA DI CURA PRIVATA DI ROMA

 

Questo saluto di benvenuto e ringraziamento a tutti quanti voi, ci introduce a questa piccola ma importante e significativa celebrazione, che pone un nuovo punto di partenza per ciò che riguarda la diagnostica per immagini nella nostra Casa di Cura.

                Abbiamo scelto di affrontare questa spesa e questo lavoro non indifferente proprio in funzione del fatto che siamo chiamate, in quanto religiose a porgere al prossimo il nostro aiuto morale e spirituale; in quanto infermiere il nostro aiuto materiale sulla scia del nostro carisma “Qualunque cosa avrete fatto al più piccolo dei miei fratelli l’avrete fatto a me”, in quanto voi medici per cercare di ridare speranza e di migliorare lo stile di vita là dove e possibile, e per fare tutto ciò siamo chiamate, come struttura, a stare al passo con i tempi per garantire il miglior risultato e la maggior efficienza possibile.

            

    Quello della nuova Risonanza Magnetica è stato un lavoro importante sotto tutti i punti di vista, sia dal punto di vista finanziario, e qui il ringraziamento va a tutte le comunità del mio Istituto che hanno collaborato con sacrificio al finanziamento dell’opera, sia dal punto di vista pratico, per questo mi sembra doveroso ringraziare tutti coloro che in prima persona hanno collaborato per poter realizzare questo ambiente nei minimi particolari, dalle maestranze a tutti i collaboratori senza l’opera dei quali non sarebbe stata neppure concepibile una iniziativa così impegnativa.

                Sono costoro che in un certo senso consegnano ora nelle mani del Direttore sanitario, degli illustri signori medici, delle suore, del personale infermieristico e di servizio, l’uso e la custodia della macchina, perché la loro preparazione e impegno giovino al bene delle persone che si rivolgeranno alla nostra Casa di Cura per le diverse necessità.

            

    Questo benvenuto mi offre anche l’occasione di esprimere a tutti coloro che, presenti o assenti, vedono in questa inaugurazione e benedizione riconosciuta e premiata la loro preziosa e apprezzata collaborazione, la sincera convinta gratitudine dell’Istituto FSML, che affida nella preghiera alla bontà del Signore la giusta ricompensa.

                A trent’anni dalla sua nascita al cielo e ala vigilia della Chiusura dell’Inchiesta Diocesana per la Causa di Beatificazione e Canonizzazione che si terrà il prossimo 20 luglio nella Basilica Santuario Santa Maria de Finibus Terrae, abbiamo deciso di dedicare questo nuovo ambiente a Madre Teresa Lanfranco, Madre Vicaria e compagna fedele della nostra Madre Fondatrice, Madre Elisa Martinez. L’Istituto Figlie di Santa Maria di Leuca è cresciuto grazie a Madre Teresa che la Madre Fondatrice incontrò sulla riva del Mare di Gallipoli, incontro casuale che Madre Elisa ha sempre ritenuto una grazia e che tale si è rivelato nel corso degli anni. Durante tutta la Sua vita Madre Teresa Lanfranco è stata il sostegno morale di Madre Elisa, tanto che non si può concepire la storia della nostra Congregazione prescindendo da quell’incontro. Quest’anno ricorre il 30° anniversario della nascita al cielo di Madre Teresa.

Siamo qui riuniti per magnificare innanzitutto il Signore che ha fatto cielo e terra e ha creato l’uomo per affidargli il creato per il suo sostentamento, ma anche per il suo sviluppo e noi siamo in presenza di un prodotto dell’intelligenza e industria umana meraviglioso, per la diagnosi non invasiva di mali spesso nascosti e gravi.

La benedizione è quindi invocata innanzitutto sui medici che di questa macchina si serviranno nell’

esercizio della loro missione e per propiziarvi un risultato che giovi al bene di chi è costretto a farvi ricorso.

Affido perciò a Madre Teresa tutti coloro che sono chiamati ad operare in questo campo ma anche tutti coloro che fruiranno di questo servizio, Lei li protegga, li accompagni e li conforti e doni loro la speranza che tutto ciò che accade fa parte di un disegno divino.