Madre Teresa Lanfranco, al secolo Annunziata Addolorata, nacque a Gallipoli (Le) il 24 marzo 1920; fu battezzata nella parrocchia di San Francesco in Gallipoli il 12 aprile 1920. Trascorse i primi anni della sua infanzia tra le mura domestiche, ricevendo dai suoi genitori buoni esempi di vita cristiana e umana.

All’età di 17 anni incontrò la Serva di Dio Madre Elisa Martinez, la quale le chiese di condividere il suo ideale fondazionale di consacrazione e di apostolato a favore della parrocchia e delle educazione delle ragazze, sotto la protezione della Vergine Maria. Madre Teresa, sin dal primo momento, divenne la fedelissima discepola e confidente della Fondatrice.

Madre Teresa Lanfranco, all’interno dell’Istituto, ha ricoperto i ruoli di Vicaria generale, Economa Generale e Maestra delle Novizie. Per l’esempio di vera religiosa e di preclare virtù dimostrate, fu da tutti stimata.

Dopo una vita spesa interamente nella preghiera e nell’apostolato, muore a Roma l’8 giugno 1989. Dal 2 agosto 2017 i suoi resti mortali riposano nella cappella della Casa Generalizia delle Figlie di Santa Maria di Leuca.    

Per la fama di santità sempre più in crescendo, il 14 luglio 2018 è stata introdotta la Causa di Beatificazione e Canonizzazione.  Nel corso della Causa Diocesana di Canonizzazione, i testimoni sono tenuti a riferire fatti concreti sull’esercizio, ritenuto eroico, delle virtù cristiane, teologali e cardinali e delle altre specifiche dello stato di vita della  Serva di Dio.                                                                        

Si è svolta, 20 luglio 2019, nella Basilica Santuario di Santa Maria de finibus terrae la chiusura dell’inchiesta diocesana per la causa di canonizzazione  della Serva di Dio, Madre Teresa Lanfranco. La solenne concelebrazione  eucaristica è stata presieduta da Mons. Vito Angiuli.