Beatificazione di Madre Teresa Lanfranco Vicaria delle Suore “Figlie di Santa Maria di Leuca”: 20 luglio 2019 sessione di chiusura della fase diocesana

La celebrazione presso il Santuario di Santa Maria di Leuca sarà presieduta dal vescovo di Ugento mons. Vito Angiuli.

Si terrà sabato 20 luglio, alle ore 19.00, nella Basilica Santuario Santa Maria di Leuca (finibus terrae), la cerimonia di chiusura del processo diocesano di beatificazione della Serva di Dio Madre Teresa Lanfranco. A presiedere la celebrazione, il Vescovo di Ugento, il mons. Vito Angiuli.

La Serva di Dio madre Teresa Lanfranco, dichiarata all’anagrafe con il nome di Annunziata Addolorata, nacque a Gallipoli (Le) il 24 marzo 1920 da Pietro Paolo e Chiara Lucrezia Zante; fu battezzata nella parrocchia di San Francesco in Gallipoli il 12 aprile 1920. Trascorse i primi anni della sua infanzia tra le mura domestiche, ricevendo dai suoi genitori buoni esempi di vita cristiana e umana, coronati dalla frequenza assidua in parrocchia. Da sua madre mutuò una grande devozione a Maria Santissima; con lei recitava quotidianamente il Rosario, preghiera mariana a cui fu costantemente legata.

All’età di circa 17 anni madre Teresa incontrò lungo la riva del mare di Gallipoli la giovane Elisa Martinez, Serva di Dio (1905-1991), che a Botrugno (Le) nel 1934 aveva messo le radici per una nuova fondazione di vita religiosa sotto la protezione della Vergine Maria, dedicandosi inizialmente all’apostolato parrocchiale e all’educazione delle ragazze.  Fu un incontro provvidenziale che segnerà tutto il resto della sua vita. Così la ricorderà il vescovo mons. Gilberto Agustoni – in seguito divenuto cardinale -, che ha conosciuto in profondità questa anima eletta: “La sua presenza fisica, gioviale, quasi irrequieta come l’acqua degli scogli del suo mare di Gallipoli, dove la Madre Fondatrice personalmente la catturò non ancora ventenne, come una preda preziosissimanon ha vissuto per se stessa, ma ha vissuto e morta per il Signore”.

         Suor Teresa, per maturità, per esempio di vera religiosa e di preclare virtù dimostrate, appena ventunenne fu scelta dalla Madre Fondatrice come guida delle candidate alla vita religiosa, nel ruolo di Maestra delle novizie.

         La Serva di Dio, morta in concetto di santità a Roma l’8 giugno 1989, con la sua vita semplice nascosta.

L’indirizzo per comunicare grazie, richiedere preghiere, immagini e le  biografie della Serva di Dio, rivolgersi a: fsmlsegr@gmail.com